Oltre le pagine

Una parola muore quando è detta
Dice qualcuno
Io dico che proprio quel giorno comincia a vivere

Emily Dickinson
Oltre le pagine

La Scelta Inconsapevole

Fino a quando non avrai reso conscio l’inconscio,
quest’ultimo dirigerà la tua vita e tu lo chiamerai “destino”

Carl Gustav Jung
Maggiori informazioni

Riflessi

Questa pagina è per te. Condividi le tue riflessioni.

Parlaci dei libri che hai letto, dei pensieri e delle emozioni che ti hanno lasciato.

Forse fra le pagine, in molte almeno, ci siamo noi, ma la casa che cerchiamo è sicuramente al di là.

Oltre le pagine

Leggi tutti i Riflessi

Dispacci Emotivi

Ogni parola reca con sé un messaggio emozionale per chi lo sa ascoltare.

Dalla bocca al cuore.

Così condivido una canzone, una poesia, una frase d’autore che mi sta a cuore.

Ascoltala. E ascoltati.

Oltre le pagine

Leggi tutti i Dispacci

Una stanza tutta per te

Poiché io credo che se vivremo ancora un altro secolo – e mi riferisco qui alla vita comune, che è poi la vita vera e non alle piccole vite isolate che viviamo come individui – e se riusciremo, ciascuna di noi, ad avere cinquecento sterline l’anno e una stanza tutta per sé; se prenderemo l’abitudine alla libertà e il coraggio di scrivere esattamente ciò che pensiamo; se ci allontaneremo un poco dalla stanza di soggiorno comune e guarderemo gli esseri umani non sempre in rapporto l’uno all’altro ma in rapporto alla realtà; e così pure il cielo e gli alberi, o qualunque altra cosa, allo stesso modo; se guarderemo in faccia il fatto – perché è un fatto – che non c’è neanche un braccio al quale appoggiarci ma che dobbiamo camminare da sole e dobbiamo entrare in rapporto con il mondo della realtà e non soltanto con il mondo degli uomini e delle donne, allora si presenterà l’opportunità, e quella poetessa morta, che era sorella di Shakespeare, riprenderà quel corpo che tante volte ha dovuto abbandonare. Prendendo vita dalla vita di tutte le sconosciute che l’avevano preceduta, come suo fratello aveva fatto prima di lei, lei nascerà.

(Virginia Woolf)

Visita la stanza tutta per te