Tra le pagine

Amore

By 22 Dicembre 2018 No Comments

Ciò che avvenne dopo e il perché, me lo sarei chiesta per anni senza mai riuscire a spiegarmelo. In un vortice di pensieri rividi lo sguardo disperato di Rosa, il suo occhio tumefatto, il ghigno feroce di Federico, lo sguardo sprezzante di Paolo. Sentii sulla pelle i colpi di lui e il sapore del sangue in bocca. La tremula lacrima di Gaetano immobile sullo stesso pianoro da cui avevo guardato i fuochi con Eleonora e l’estate della nostra giovinezza, gli occhi di lei che annegavano nel lago e la camicia fradicia di Andrea, la sua mano che mi accarezzava i capelli e le lacrime e il dolore perenne che si scioglievano nel suo abbraccio. E pensai che era tutto sbagliato, decisamente sbagliato, assolutamente sbagliato, ma che in quel momento non volevo altro.
Quando sentii la sua bocca sulla mia dischiusi le labbra e lasciai che le nostre lingue si incontrassero. Fu un bacio lungo di un’intensità disarmante e di colpo tutto il mio essere fu pervaso dal calore del respiro di lui e ne fui risucchiata. Volteggiandoci dentro mi ci distesi, ci danzai, mi ci avvoltolai e mi ci persi, sciogliendo per sempre i cristalli di ghiaccio che annidavano il mio cuore.

Leave a Reply