Fino a quando non avrai reso conscio l’inconscio,
quest’ultimo dirigerà la tua vita e tu lo chiamerai “destino”

Carl Gustav Jung

La Scelta Inconsapevole

Gabriella Ruggiero

Silvia. Una  donna  schiva e riservata che ho conosciuto  in una chiassosa palestra.

Lei  seduta sulla sua panca, io sulla mia.
Mi ha guardata e mi ha sorriso.
Io ho fatto lo stesso, ma solo per  non essere maleducata.
La potenza di un sorriso che avvicina,  e  io non lo sapevo neanche, anzi mi pareva proprio impossibile da credere.
Lei , invece, sempre gentile, sempre disponibile, guardava tutti  con occhi amorevoli e a tutti  parlava con straordinaria pacatezza, infondendo un coraggio che tante volte mi ha lasciata sgomenta.  O diffidente? Non lo so, ci devo pensare.
Mai una parola, un gesto, un’espressione che mi lasciasse intendere il suo vero stato d’animo. Perché anche lei, ora lo so, aveva un progetto.
Oggi solo sono in grado di domandarmi se fosse felice e mi rispondo che no, non lo era.
Per questo se n’è andata lontano, a riprendersi quella felicità che ci spetta a priori, come diceva sempre lei.
Ho raccontato la sua storia come lei l’ha raccontata a me, utilizzando lo stile, la sequenza,  le parole che lei ha usato,  affinché si percepisse il messaggio  alla stessa maniera in cui l’ho percepito io.
Oltre le pagine.
Perché  una  strada c’è sempre,  per ognuno di noi.
E c’è una risposta per tutto e  per tutti  disseminata da qualche parte nelle pieghe della memoria, basta solo volerla recuperare.
Questa solo è la verità di Silvia che mi ha spalancato gli occhi su me stessa e sul mondo.
Perché una  scelta inconsapevole  può, e deve, diventare una scelta consapevole.
Il grido di libertà della consapevolezza,  un’esplosione di forza ed energia da illuminare a giorno il più buio dei cammini.

Tra le pagine

Tra le pagine

Abbagli

La mente umana ha un’infinita capacità di protezione verso di noi, incamera i nostri traumi e li ripesca all’occorrenza, mostrandoci a suo piacimento disastri e sfaceli pur di fermarci, stende i veli impietosi dell’illusione, ma in realtà ci truffa, c’inganna.…
Gabriella Ruggiero
22 Dicembre 2018
Tra le pagine

Sei bella……

L’atto di accusa altro non è se non il giudizio degli altri e di conseguenza ciò che noi rappresentiamo per loro, ma non sarà mai ciò che noi siamo veramente. Io potrò anche essere diversa dagli altri, ma non sarò…
Gabriella Ruggiero
22 Dicembre 2018
Tra le pagine

Fragilità

Rosa era in camera. Udiva le voci sommesse che giungevano a lei come grida soffocate che non pareva riconoscere, neppure quella dell’uomo che amava e le cui note dolorose aveva, ormai da tempo, smesso di udire. Solo quella lieve, dolce,…
Gabriella Ruggiero
22 Dicembre 2018
Tra le pagine

Amore

Ciò che avvenne dopo e il perché, me lo sarei chiesta per anni senza mai riuscire a spiegarmelo. In un vortice di pensieri rividi lo sguardo disperato di Rosa, il suo occhio tumefatto, il ghigno feroce di Federico, lo sguardo…
Gabriella Ruggiero
22 Dicembre 2018
Tra le pagine

Dubbi

Siamo spiriti erranti, aveva detto lui una volta, con lo sguardo fisso sull’Arno e io non gli avevo risposto, ma in fondo a me stessa avevo pensato che lo fosse lui solo. Sapevo bene che l’eterno errare dell’anima del mio…
Gabriella Ruggiero
22 Dicembre 2018
Tra le pagine

Rimorsi e rimpianti

Di fronte a quelle barriere io mi ero sempre arresa negandomi qualsiasi possibilità di scelta e ora in qualche maniera intuivo che fosse proprio lì l’origine e la causa di tutto, la ricerca spasmodica del perché al mio disagio, le…
Gabriella Ruggiero
22 Dicembre 2018
Tra le pagine

Coscienza

La nebbia della mia confusione si dissipava d’un tratto e ora comprendevo che non c’era natura o inclinazione che io dovessi accettare o rispettare, né alcuna diversità che io avrei potuto ancora decantare. Non avrei avuto più la forza di…
Gabriella Ruggiero
22 Dicembre 2018