Scriviamo insieme

La poesia non ha confini

By 14 Ottobre 2019 Ottobre 21st, 2019 No Comments

Parte seconda.

Ecco il mio esperimento.

Da leggere a due voci alternando ciascun verso.

 

PAURA

I pensieri, quando è la paura a guidarli, sono lance che non puoi fermare.

Viaggiano alla velocità della luce e ti prendono sempre in pieno petto.

Il tuo sguardo segna un destino che non ti appartiene.

Uno spazio  che credi infinito.

Mura a ridosso della tua anima tormentata.

Nessuno è padrone dei propri pensieri, quando è la paura a guidarli.

E’ inutile tentare di schivarli, comandarli, sopprimerli.

Sono cavalli imbizzarriti che neppure la doma del migliore fantino riesce ad ammansire.

Inesorabili parole.

Vuote.

Anatemi incandescenti.

Io non sono niente.

 

LIBERTA’

Tu sei cielo e non lo sai.

Sei un prato inondato dal vento.

Il rosso tramonto che illumina il viso.

La strada tracciata da un viaggio.

Tu sei cielo e non lo sai.

Sei freschezza di sera.

Sei il rumore della  città  nel silenzio della notte.

Sei un diario, uno scritto, un foglietto.

Sei  la storia da mettere su carta e cantare ogni giorno.

Tu sei un’ode alla vita.

Tu … sei cielo e non lo sai.

Lascia fluire i pensieri, scuotili dal sonno in cui giacciono.

Conducili al largo, verso destinazioni che non puoi neppure immaginare.

Scardina la stabilità, rimuovi la paura.

Sospesa nell’aria, non puoi che volare.

 

INCOMUNICABILITA’

«I pensieri, quando è la paura a guidarli, sono lance che non puoi fermare…»

«Tu sei cielo e non lo sai…»

«Viaggiano alla velocità della luce e ti prendono sempre in pieno petto…»

«Sei un prato inondato dal vento…»

«Il tuo sguardo segna un destino che non ti appartiene…»

«Il rosso tramonto che illumina il viso …»

«Uno spazio che credi infinito…»

«La strada tracciata da un viaggio…»

«Mura a ridosso della tua anima tormentata…»

«Tu sei cielo e non lo sai…»

«Nessuno è padrone dei propri pensieri, quando è la paura a guidarli…»

«Sei freschezza di sera …»

«E’ inutile tentare di schivarli….»

«Sei il rumore della città  nel silenzio della notte…»

«Comandarli, sopprimerli…»

«Sei un diario, uno scritto, un foglietto…»

«Sono cavalli imbizzarriti che neppure la doma del migliore fantino riesce ad ammansire…»

«Sei la storia da mettere su carta e cantare ogni giorno…»

«Inesorabili parole…»

«Tu…»

«Vuote…»

«Sei un’ode alla vita. Tu …»

«Anatemi incandescenti.»

«Tu sei cielo e non lo sai.»

«Io non sono niente.»

«Lascia fluire i pensieri, scuotili dal sonno in cui giacciono. Conducili al largo, verso destinazioni che non puoi neppure immaginare. Scardina la stabilità, rimuovi la paura. Sospesa nell’aria, non puoi che volare.»

Lascia un commento